• arbi16srl

UN DRAGO IN CANDREGA: LA DRACO DEL BIRRIFICIO MONTEGIOCO



Sembrerebbe provenire direttamente dal mondo delle fiabe, ma i bambini li terrei lontani, rimandando almeno alla maggior età il momento di combattere questo “Draco”. Lui, o meglio lei, può aspettare, visto che da etichetta la sua scadenza è rimandata al ”giorno del giudizio (compreso)”.

Creatore di questo sontuoso Barley Wine è Riccardo “Targaryen” Franzosi, Father of Draco.


Anima del Birrificio Montegioco, già nei primi anni del 2000 aveva sviluppato da homebrewer la ricetta della Draco e della birra base da cui nasce, la Demon Hunter, ma è solo nel 2005, con l'apertura del birrificio, che le sue produzioni diventano disponibili per tutti.

Il Birrificio Montegioco ha sede nell'omonimo paese della Val Grue, a pochi chilometri da Tortona e si caratterizza per una costante attenzione ai prodotti del territorio. Come afferma lo stesso Riccardo: «Occuparmi della mia zona di origine e dei suoi frutti è per me una scelta naturale, scontata: non è un calcolo su possibili ritorni di immagine. Sono fortunato, perché il territorio che circonda Montegioco fornisce tante cose buone; nelle mie bottiglie trovate frutta, spezie, erbe: è un po’ la conseguenza di vivere lì. E la birra ci dà la libertà di utilizzare tutte queste specialità nel corso della produzione, una cosa che per esempio con il vino, che ha disciplinari molto rigidi, non è possibile»(1).


Da questa libertà, dalle intuizioni e dalle mani di uno dei più talentuosi birrai del panorama brassicolo italiano nasce la Draco, birra dall'importante gradazione alcolica di 11%. La base, come detto, è la Demon Hunter, robusta Scottish Strong Ale di 8 gradi, luppolata con Fuggles e Goldings. A questa viene aggiunta purea di mirtilli biologici nella misura del 3% al momento della seconda fermentazione. I frutti, oltre all'apporto zuccherino, portano in dote anche “colonie di microorganismi residenti, la cui azione – durante la macerazione, condotta per 3 o 4 settimane – dà ulteriore slancio ai processi metabolici e chimici a carico del mosto, dirigendoli verso indirizzi vinosi e silvestri”(2).

Perchè la Draco cominci a ruggire bisogna ora seguire il “metodo candrega”, ossia la lenta attesa perché la birra compia il suo processo di maturazione sotto l'occhio vigile del suo babbo.

Quello che ritroverete nel bicchiere spinato al Pint of View è una birra dal colore rubino intenso, con una schiuma sottile e poco persistente. Al naso note di miele, frutta secca e sciroppata, mirtillo, caramello e una lieve nota ossidativa. Al palato è estremamente ricca e avvolgente, con un corpo importante. Sul finale una lieve nota amaricante porta equilibrio alla bevuta.

Una birra imponente e complessa che si abbina a piatti dal gusto deciso con sapori forti e strutturati, come il nostro gulash di cinghiale o il midollo arrostito.



Fonti e maggiori info: https://www.scattidigusto.it/2010/10/29/riccardo-franzosi-e-la-birra-montegioco/

http://www.timossi.it/magazine/approfondimento-prodotti/birre/birrificio-montegioco-ci-mettiamo-a-sedere-e-aspettiamo-la-birra/?ao_confirm

http://blogosfera.varesenews.it/maltogradimento/le-nostre-birre-libere-di-ospitare-le-bonta-della-mia-terra/ (1)

https://www.fermentobirra.com/draco-del-birrificio-montegioco/ (2)

https://www.birrificiomontegioco.com/draco/

http://diariobirroso.blogspot.com/2017/02/montegioco-draco-birra-blog-birra-artigianale.html

http://unabirralgiorno.blogspot.com/2018/02/dalla-cantina-montegioco-draco-2012.html

Borgo Tegolaio, 17/r
(Zona Santo Spirito)
50125 Firenze FI

Indicazioni//Get Directions

Orario//Hours

Lun-Dom 12:00-18:00- Martedì chiuso//Mon-Sun 12:00-18:00 - Tuesday closed

P.IVA: 06667590480